fbpx
Perché aprire un e-commerce nel 2021 è un’ottima idea

Perché aprire un e-commerce nel 2021 è un’ottima idea

Ti stai chiedendo perché aprire un e-commerce oggi?

 

Sempre più aziende, piccole imprese e commercianti stanno pensando di aprire un e-commerce per fronteggiare questo periodo di grande difficoltà e cogliere le potenzialità che il commercio online offre. Se non sei fra questi dovresti considerare l’idea, questo è il momento perfetto per lanciarsi, e adesso ti spiegheremo perché aprire un e-commerce può fare la differenza!

La pandemia ha modificato radicalmente le nostre abitudini d’acquisto, e gli e-commerce in particolare hanno registrato un significativo aumento delle vendite online.

Durante il primo lockdown anche i più scettici, costretti in casa, hanno preso confidenza con lo shopping online. E anche dopo hanno continuato ad usare con regolarità gli e-commerce, in parte per le restrizioni che continuano a limitare i nostri spostamenti, ed in parte per quella sensazione di insicurezza che ancora oggi è molto diffusa e non consente a tutti di entrare in un negozio fisico senza timori.

Non ci sorprendono quindi i dati sull’andamento del commercio online nel 2020, e le previsioni per il 2021: le vendite online sono un trend in forte crescita, i negozi fisici sono sempre più in difficoltà (e già prima non stavano alla grande) e sono sempre più numerosi i commercianti e gli imprenditori che scelgono di aprire uno shop online.

 

I NUMERI DELL’E-COMMERCE NEL 2020.

Gli acquisti online nel 2020 (dati dell’Osservatorio eCommerce B2C) valgono “SOLO” 30,6 miliardi di euro, grazie soprattutto all’acquisto di Prodotti, che crescono di 5,5 miliardi di euro rispetto al 2019, raggiungendo quota 23,4 miliardi di euro, e di contro frenati dal crollo del settore dei servizi, in primis turismo e trasporti, i più colpiti dalla pandemia. (fonte: Osservatorio eCommerce B2c)

I numeri del settore nel 2020:  ecco perché conviene aprire un e-commerce

Fonte: Osservatorio eCommerce B2c

E gli italiani come si rapportano al mondo delle vendite online?

Durante lo scorso anno l’80% degli utilizzatori di internet ha ricercato online un prodotto o un servizio e il 74% ha effettuato almeno un acquisto.

Il 76% degli utenti e-commerce ha acquistato da mobile nel corso dell’ultimo anno, contro una media europea del 64%, il 98% di questi ha acquistato tramite marketplace e 31,6 milioni di persone hanno acquistato online da siti esteri.

Se poi guardiamo come la Pandemia abbia influenzato le abitudini di acquisto, risulta che durante il primo mese di lockdown il 31% degli italiani ha acquistato online prodotti che normalmente avrebbe acquistato in negozio.

 

Perché acquistiamo online:

  • È facile: In pochi click, e da qualsiasi luogo ci si trovi, è possibile acquistare quello che si desidera e riceverlo comodamente a casa.
  • È conveniente: la scelta degli acquisti online è spesso mossa da promozioni e sconti. Acquistiamo online perché siamo alla ricerca della migliore offerta.
  • È pratico: quando acquistiamo online possiamo prenderci tutto il tempo necessario per fare ricerche, confrontare prodotti, cercare recensioni e valutare le alternative, e fare tutto ciò comodamente seduti e senza sprecare tempo girando per negozi.

Ma il tessuto di piccole e medie imprese è pronto a questa rivoluzione digitale che sta invadendo un po’ tutti i settori?

La crisi sanitaria ha generato un’evoluzione digitale senza precedenti degli stili di vita degli italiani, andando a modificare profondamente anche i comportamenti di acquisto. Il customer journey di oggi risente fortemente della nuova “normalità” in cui viviamo: aumenta la frequenza di acquisto nell’e-Commerce (+79%), l’home delivery rimane la modalità preferita di ricezione dei prodotti da oltre il 93% degli utenti.

Purtroppo, la digitalizzazione delle imprese italiane è ancora lontana dalla media europea, ma confido che questo momento di ridefinizione degli equilibri economici possa servire a colmare questo gap” Roberto Liscia, Presidente di Netcomm

Ci troviamo di fronte ad una grande opportunità, che richiede un’investimento iniziale anche contenuto, perché oggi e possibile realizzare un e-commerce professionale anche con un piccolo budget a disposizione, basta avere una buona agenzia alle spalle.

 

Ecco quindi 5 ottimi motivi per aprire un e-commerce 

  • Raggiungi clienti sempre: a casa, in ufficio, in città come al mare, le persone amano acquistare in qualsiasi condizione, puoi vendere 7 giorni su 7, 24 ore su 24.
  • Non hai limiti geografici: non solo puoi vendere a qualunque ora, ma anche in qualunque luogo, basta ci arrivi il corriere! Vendi in qualunque orario e spedisci ovunque.
  • Aprire uno shop online è semplice ed economico: esistono molti strumenti che consentono di creare e gestire un sito E-COMMERCE (da Woocommerce a Prestashop), ed è anche più economico rispetto all’apertura di un negozio fisico, che richiede un ingente investimento iniziale soprattutto legato agli spazi, dal negozio al magazzino. Con un e-commerce si abbattono molti costi fissi.
  • Puoi intercettare le esigenze del tuo pubblico: attraverso il tuo sito puoi raccogliere dati e informazioni su tutti gli utenti e la loro fruizione dello shop. Questo ti consente di conoscere clienti attuali e potenziali, comprendere le loro esigenze, gusti e abitudini di acquisto, e capire come convincerli ad acquistare, per portarli a riacquistare e riuscire a fidelizzarli. Potrai così offrire loro ciò che desiderano!
  • Potrai gestire e monitorare le tue attività di marketing e la tua immagine (brand image & reputation) a 360°: dal remarketing alla strutturazione di promozioni e offerte ad hoc, dalle newsletter alla pubblicità “in store” e l’advertising in genere, dal customer care alla gestione di tutte le interazioni con i clienti.

In conclusione

Sono tante le attività che potrebbero trarre grandi vantaggi tuffandosi nelle vendite online con un proprio e-commerce, ed i rischi sono decisamente bassi. Se pensi che la tua impresa rientri tra queste, perché ad esempio molti tuoi competitor vendono già online, ma hai ancora dubbi, perplessità o non sai da dove partire per aprire il tuo primo e-commerce, FACCELO SAPERE!

CONTATTACI E VIENI A PRENDERE UN CAFFÈ CON NOI, IL WEB È LA NOSTRA PASSIONE A 360°

Ti consiglieremo e seguiremo passo dopo passo nella realizzazione del sito e-commerce più adatto alle tue esigenze.

La certificazione Google ADS

La certificazione Google ADS

Google è sempre stato un nostro caro amico, con cui lavoriamo sin dagli inizi della nostra attività per cercare di offrire ai nostri clienti un buon servizio, puntuale, aggiornato ed efficace.

Nello svolgere il nostro lavoro al meglio abbiamo testato, programmato e impostato centinaia di campagne e inserzioni, e poi modificato, aggiornato e analizzato ogni singolo elemento delle nostre attività di SEM, studiando tanto e sempre.

Di recente ci siamo però resi conto che non abbiamo mai valorizzato davvero tutte le competenze e esperienze acquisite in questi anni, e che spesso i clienti, quelli che ci hanno scelto e quelli che hanno pensato di farlo, non sono consapevoli di quando duro lavoro possa esserci dietro a quello che sembra un semplice annuncio di poche righe sulla rete di ricerca di Google.

Così abbiamo pensato che non esiste modo migliore di una certificazione Google Partner per dimostrare le nostre competenze nelle campagne Google AdWords in modo affidabile e trasparente.

certificazione-google-ads-riccardo-pellicano

Cos’è la certificazione rilasciata da Google? Come funziona? Come si può ottenerla?

La guida di Google Ads ci dice che la certificazione è un accreditamento professionale riconosciuto agli utenti che dimostrano competenze avanzate nell’utilizzo di Google Ads. Questa permette di dimostrare di essere degli esperti della pubblicità online su Google e di avere inoltre competenze di web marketing. 

Google Ads è senza dubbio uno degli strumenti più utilizzati per l’advertising online, ha un funzionamento alquanto complesso, ed è per questo che Google stesso dà la possibilità di formarsi gratuitamente, grazie ad una vasta gamma di corsi e contenuti disponibili sulla sua piattaforma Skillshop, per poter così ottenere la certificazione.

Vediamo nel dettaglio i vari tipi di certificazioni Google ADS

Ad oggi esistono 4 tipi di certificazioni per Google Ads, disponibili in ben 22 lingue:

  • Rete di ricerca: saper creare e ottimizzare campagne sulla rete di ricerca Google (i cosiddetti annunci sponsorizzati che compaiono nei nostri risultati quando effettuiamo una ricerca su Google utilizzando determinate keywords che hanno lo scopo di portare traffico al sito).
  • Display: saper sviluppare strategie e campagne efficaci per la Rete Display, allo scopo di aumentare la notorietà del brand ed accrescerne la visibilità online.
  • Video: saper sfruttare le soluzioni per la pubblicità video su Youtube grazie ad uno storytelling efficace, con lo scopo di aumentare la notorietà del brand.
  • Shopping: saper creare e ottimizzare gli annunci shopping e promuovere così il proprio catalogo prodotti.

Come ottenere le certificazioni Google ADS

Per ricevere le certificazioni bisogna registrarsi su Skillshop e sostenere un test composto da 50 domande a scelta multipla. Bisogna rispondere correttamente ad almeno l’80% delle domande in 75 minuti, e se non superi un test, puoi riprovare dopo 24 ore. Ogni certificazione ha inoltre la validità di un anno e per rinnovarla bisogna superare nuovamente l’esame. Una volta superato l’esame si riceve una email contenente l’attestato con nome e cognome, la tipologia di certificazione ottenuta, la data di acquisizione e di scadenza della certificazione.

Come prepararsi al meglio per l’esame Google Adwords

Studiare non basta, e nemmeno conoscere la piattaforma AdWords è sufficiente. Non basta quindi aver impostato qualche campagna: bisogna conoscere ogni dettaglio della piattaforma e del suo funzionamento per saperlo sfruttare al massimo delle sue potenzialità.
Per raggiungere un tale livello di competenza sono necessari anni di esperienza nella creazione e progettazione di campagne ed un costante lavoro di analisi delle performance ed aggiornamento continuo, perché si sa che Google non si ferma mai.

Perchè ottenere la certificazione AdWords?

Il principale vantaggio di possedere la certificazione Google ADS è poter dimostrare ai propri clienti, grazie al certificato stampabile e al profilo Google Partner, che le nostre competenze sono riconosciute da Google. Non un riconoscimento qualsiasi insomma…

… quindi ci siamo guadagnati anche noi il badge di Google Partner e volevamo condividere con voi questo nostro piccolo ma importante traguardo!

Piano marketing per il lancio di un prodotto

Piano marketing per il lancio di un prodotto

Se stai pensando di lanciare un nuovo prodotto o di fondare un’azienda il primo passo da fare è studiare a fondo il tuo piano marketing.

Che tu sia una piccola impresa o un grande brand il lancio di un nuovo prodotto rappresenta sempre un momento critico, caratterizzato da dubbi, perplessità e anche una certa percentuale di rischio. Ogni giorno nascono e muoiono nuovi prodotti, su 10 prodotti lanciati 8 lasciano gli scaffali dopo il primo anno.”

Da dove cominciare allora?

Come fare un piano marketing efficace: spunti fondamentali per partire al meglio

  • Analisi di mercato: non ha senso creare e promuovere un “prodotto” che nessuno desidera e ricerca.
  • Deve esistere la domanda per quel prodotto, o se non esiste, devo crearla intercettando un desiderio, un bisogno delle persone che ancora non è stato soddisfatto.
  • Come faccio a capire cosa le persone vogliono/cercano/desiderano?
  • Con la Segmentazione del mercato: studio il mio pubblico, lo suddivido in gruppi di acquirenti distinti tra di loro, in base ai propri bisogni, alle caratteristiche identitarie, al comportamento d’acquisto e ad altri fattori.
  • La segmentazione ha come obiettivo il posizionamento del prodotto/servizio, e su questo costruisco la mia strategia di marketing.
  • Il focus di una strategia di marketing efficace deve quindi essere la persona, il cliente a cui mi rivolgo, i suoi gusti e preferenze, le sue esigenze ed i suoi bisogni.
  • Se riesco ad individuare un bisogno insoddisfatto del mio cliente potenziale prima degli altri, allora posso identificare una nicchia di mercato che ancora non è presidiata e posizionarmi al suo interno come leader. Non esiste vantaggio più grande dell’essere i primi.

C’è da dire che essere i primi è molto difficile, ma se fossimo in pochi a presidiare quella nicchia?
Questa è comunque una situazione ottimale e certamente anche la più probabile. Diventa quindi necessario analizzare a fondo anche i competitor, per capire chi sono, come si posizionano e come comunicano.
La questione centrale infatti, che decreta il successo o meno di un progetto, che sia un lancio di prodotto o di un’azienda, è una:

Come mi distinguo dagli altri? Come faccio a convincere il mio pubblico a scegliere me e non loro?

Non dobbiamo mai dimenticare che lo scopo principale di un piano marketing è vendere: se non vendiamo, il nostro progetto fallisce.
Come faccio quindi a garantire delle vendite nel tempo? Come costruisco un piano marketing che sia davvero efficace? Quali sono le migliori strategie di marketing per il mio prodotto e/o il mio brand?
A queste domande è difficile rispondere, soprattutto perché una risposta univoca non esiste. Un piano marketing aziendale è costituito da molti i fattori, ultimo e non meno importante, il budget che si vuole investire.

7 step fondamentali per strutturare il tuo piano marketing:
  • Gli obiettivi da raggiungere: Non si può lanciare un progetto senza definire dove si vuole andare.
  • Il prodotto da lanciare: studio nel dettaglio di tutte le sue proprietà/caratteristiche
  • Le persone a cui mi rivolgo: segmentazione del mercato e identificazione della mia nicchia
  • Il posizionamento del mio brand: come distinguersi dai competitor
  • La comunicazione: come interagire con il mio target
  • La strategia: quali azioni intraprendere per raggiungere gli obiettivi che mi sono posto
  • Il budget a disposizione

Se il prodotto da lanciare è l’azienda, per proprietà intendiamo qualcosa di estremamente complesso e assolutamente indispensabile: ovvero l’identità della marca, la brand identity, tutto quel complesso sistema di valori che caratterizza in modo inequivocabile un’azienda.

Conosci davvero l’essenza profonda che contraddistingue la tua azienda? Quel “chi sei” che ti rende unico e memorabile, e ti consente di mantenere e accrescere le tue vendite nel tempo?
Tante aziende partono senza avere un’idea chiara di chi sono e dove vogliono arrivare, finiscono così per fermarsi ad un certo punto e non riescono più a crescere, a fare il salto di qualità.

Se ti trovi in questa situazione di stallo probabilmente hai bisogno di aiuto:

Contattaci, ed Insieme analizzeremo i passi fatti fin qui per capire cosa manca alla tua azienda per ripartire e sfruttare al meglio il suo potenziale.

Contattaci
Ciao! Come possiamo aiutarti?
Total Web
Chiedi informazioni tramite WhatsApp