Il lavoro di posizionamento di un sito internet è diventato col tempo sempre più complesso. Sono infatti oltre 200 i parametri che Google prende in esame per determinare il posizionamento di un sito web, inoltre bisogna sempre tenere in considerazione che:

-Nessuno conosce esattamente quali sono i fattori ed i segnali che determinano il posizionamento
-Non si conosce il peso reale che ogni singolo fattore può avere
-L’algoritmo di Google è in continuo aggiornamento. Si stima che ogni anno siano oltre 600 gli aggiornamenti lanciati.

Ranking Google Sito: Posizionare sito internet

Esistono poi 2 macrocategorie che chi lavora nell’ambito del posizionamento organico SEO deve sempre avere ben chiare: i fattori SEO on-Page e quelli Off-Page.

Fattori SEO On-Page

Con questo termine si intendono tutti quei parametri interni che costituiscono la struttura stessa del sito web. Google, scansionando il contenuto con i suoi spider, va a cercare all’interno del codice HTML della pagina vari parametri che ne definiscono meglio la natura. Si parla di “Meta Tag“, ossia metadati che vengono interpretati dai browser e forniscono informazioni specifiche sul contenuto della pagina. Tra i principali che devono essere sempre presenti all’interno di qualunque pagina web ci sono i tag: Title e Description. Il primo è il titolo della pagina ed è il più importante fattore di ranking on-page, l’altro ne definisce meglio le caratteristiche e deve essere scritto in modo da invogliare l’utente a cliccare sul link.

Fattori SEO Of-Page

Tutti quei parametri che non possono essere influenzati dal webmaster poichè provengono da fonti esterne al nostro sito web, si definiscono fattori Off-Page. Tra le principali strategie utilizzate c’è sicuramente la Link Building, ossia quella tecnica che permette di ricevere più link in ingresso verso un sito internet.

Come posizionarsi su Google? Ecco cosa devi sapere

Andiamo adesso ad analizzare insieme quali sono i 5 fattori più importanti che Google tiene in considerazione per posizionare un sito web.

  1. Struttura della pagina web
    Creare una pagina che sia quanto più possibile “Google friendly“, è a mio avviso il parametro più importante. Ogni pagina oltre ai già citati Tag Title e Tag Description, deve avere un contenuto coerente con le aspettative del navigatore. Strutturare al meglio questi 2 parametri è quindi fondamentale per far si che chi arriva sulla pagina si trovi davanti tutte le informazioni che si aspetta. La pagina va strutturata con l’utilizzo dei Tag Testuali (H1, H2, H3, P, ecc..), che oltre a dare un aspetto visivo più ordinato, definiscono meglio le varie sezioni. Ogni pagina deve contenere soltanto un Tag H1 (che deve coincidere con il titolo), ed un Tag H2. Il testo, va suddiviso opportunamente in paragrafi e devono inoltre essere presenti anche dei Tag H3 per definirne meglio le varie tematiche trattate al suo interno. Non bisogna inoltre mai dimenticare il celeberrimo motto “Content is King” di Bill Gates, ovvero il contenuto è sovrano che sta ad indicare l’importanza del contenuto rispetto alle aspettative di chi legge.
  2. Qualità dei link ingresso
    Avere link in ingresso è fondamentale per riuscire a posizionare il proprio sito internet. Bada bene però ho scritto volutamente “Qualità” e non “Quantità” di link; questo è un aspetto fondamentale in qualunque strategia di posizionamento SEO. Avere molti link in ingresso da siti non rilevanti o pertinenti al proprio settore può anche portare a penalizzazioni; meglio quindi pochi link da siti “importanti” che molti link da siti di scarsa qualità. Una campagna di link building ben fatta deve quindi tener conto della qualità e dell’autorevolezza dei siti che linkano il nostro. Per determinarne l’efficacia vanno verificati parametri come il DOMAIN AUTHORITY (DA) ed il PAGE AUTHORITY (PA) che indicano rispettivamente l’autorità del dominio e quella della pagina nella quale si trova il link che ci sta linkando. Questi 2 parametri sono facilmente individuabili in rete tramite l’utilizzo di software specifici per chi fa SEO come ad esempio MOZ SITE EXPLORER, ma ce ne sono molti altri.
  3. Usabilità ed User Experience
    Altri 2 fattori molto importanti dei quali bisogna tener conto quando si progetta un nuovo sito internet sono l’usabilità e la User Experience. Si tratta di 2  caratteristiche imprescindibili che spesso però tendono ad essere trascurate da molti Webmaster. Per usabilità di un sito web si intende la facilità con cui una pagina può essere navigata e l’efficacia che questa offre nel raggiungere le informazioni di cui abbiamo bisogno. La User Experience invece rappresenta l’insieme delle sensazioni e delle emozioni che una pagina web suscita nel navigatore. Il layout grafico, l’accessibilità, i testi, le immagini e la velocità di caricamento, sono caratteristiche che contribuiscono a migliorare il posizionamento di un sito sui motori di ricerca. Ogni moderno sito web deve essere “Responsive“, ossia il layout grafico, testi ed immagini devono adattarsi al meglio in base al dispositivo con il quale viene navigato (pc, notebook, tablet, smartphone). Inoltre dotare il proprio sito web di un protocollo sicuro SSL è di fondamentale importanza per donare maggiore tranquillità a chi naviga il sito ed è anche questo un parametro che migliora il posizionamento.
  4. Trust ed anzianità del dominio
    Come nella vita anche e soprattutto online avere una buona reputazione è di fondamentale importanza per raggiungere certi obbiettivi. Un dominio con una certa anzianità si porta con sé anche una propria storicità e reputazione. Google considera il fattore “Trust” come uno dei più rilevanti e questo contribuisce in maniera importante nella generazione delle Serp. Fate quindi sempre attenzione ai feedback che ricevete in rete dagli utenti, ai commenti sui Social Network, sui blog o sui forum e tutte le citazioni che in qualche modo citano voi stessi o il vostro sito internet.
  5. Social Signal SEO
    Anche se non in maniera diretta è ormai cosa nota che i “Social Sign” ovvero i segnali che arrivano dai Social Network, siano anche loro un’importante fattore nell’ambito del processo di posizionamento. Google infatti prende nota ogni volta che il nostro sito viene menzionato oppure un utente lascia un commento, una reazione oppure commenta un post. Ancora però non è chiaro quanto “forte” sia il ruolo che i segnali sociali hanno nell’ambito del posizionamento organico. Una cosa però è certa ovvero che Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest e gli altri Social Network fanno ormai parte della vita di tutti i giorni, pertanto è ovvio che questi influenzino in qualche modo la visibilità di un sito su Google.

Ranking sito web: Conoscere posizione sito in Google

Google offre degli strumenti gratuiti che ti possono aiutare a conoscere e migliorare l’attuale posizionamento del tuo sito web per una determinata parola chiave. Il più importante è senza dubbio la Google Search Console, ma non è l’unico. Esistono poi anche software a pagamento che offrono funzionalità avanzate; tra i principali ti segnalo Seozoom (che uso personalmente nella mia agenzia), SemRush e Majestic.

Contattaci
Ciao! Come possiamo aiutarti?
Chiedi informazioni tramite WhatsApp